Articoli recenti

I contenuti presenti sul sito di “3D Vision sas ” non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.

Copyright © 2019 – All rights reserved

Le nostre telecamere, per registrare, al cortile Platamone di Catania, il debutto dello spettacolo la “Vita straordinaria ri Don Giuanni Grasso – Lu grandi atturi ca pattennu ri Catania furriau lu munnu”

Il Progetto, realizzato con il contributo della comunità europea attraverso i fondi del Programma Erasmus+ EAC/A/14/15,
ha coinvolto 18 giovani giovani attori in un percorso di alcuni mesi con tre momenti di stage. Al termine del laboratorio, 8 gli attori che porteranno in scena lo spettacolo giovedì 27 e venerdì 28 luglio.
La regia è di Marcello Cappelli con i consigli di Lucia Sardo.

In prima assoluta, lo scorso 27 e 28 Luglio, al Cortile Platamone di Catania, è andato in scena “Vita straordinaria ri Don Giuanni Grasso – Lu grandi atturi ca pattennu ri Catania furriau lu munnu” su drammaturgia di Biagio Guerrera e regia di Marcello Cappelli e Lucia Sardo.

La pièce, nell’ambito del progetto “Art to be actor – The experience of Giovanni Grasso”, curato dall’Associazione Mandarakè, ha concluso un laboratorio di approfondimento e studio che ha fatto conoscere l’arte dell’attore catanese Giovanni Grasso, permettendo di selezionare gli 8 giovani attori che hanno dato vita alla intensa pièce. L’obiettivo principale della pièce e del progetto, realizzato con il contributo della comunità europea Programma Erasmus, è stato quello di rivitalizzare il ricordo di un grande del passato, come l’attore Grasso, offrendo ai giovani la conoscenza di una figura chiave della scena mondiale, ponte ideale tra tradizione e innovazione, classicità e modernità.